Quando andare Provenza & Costa Azzurra

Mont Ventoux

Prendere un'auto panoramica per la montagna più alta della Provenza

Condividi

Ultimo aggiornamento:
reason default image
Vedi tutto

Il Mont Ventoux è la vetta di riferimento della Provenza con un'altitudine di 1.912 m. Situata non lontano da Carpentras, Vaucluse, la montagna è spesso chiamata il Gigante di Provenza o il Monte Calvo. È diventato famoso a livello internazionale dopo essere stato incluso nella gara del Tour de France.

La strada D974 che attraversa la vetta è considerata un posto impegnativo da guidare a causa di forti venti e salita ripida, che raggiunge il 10% di inclinazione la maggior parte del tempo. Ci sono tre percorsi che portano alla cima del Monte Ventoux: da Bédoin, Sault e Malaucène.

L'ascensione al Mont Ventoux da Bédoin è la più popolare tra i ciclisti in quanto è quasi sempre presente nella gara del Tour de France. L'ascensione è lunga 21,8 km e passa attraverso uliveti, vigneti e frutteti di ciliegia. Questo percorso vede sempre i ciclisti piovere o brillare.

L'ascensione da Sault è di 26 km (16 mi) e corre lungo le strade D164 e D974. I visitatori passano in salita alcuni splendidi campi di lavanda e pinete, con tavoli da picnic sotto gli alberi, una fermata perfetta per godersi la natura. Il tratto più ripido si trova dopo 20 km, oltre la stazione sciistica dello Chalet Reynard.

Malaucène tragitto si snoda per 21,5 km lungo il lato nord del Mont Ventoux. Questo tratto della strada D974 è il più ampio dei tre, vanta anche una pista ciclabile. Poco fuori Malaucène si guida attraverso la garrigue (macchia provenzale) punteggiato di colori fiori selvatici in primavera che viene successivamente sostituito con pendii più bassi boscosi. A circa 6 km dalla cima potrete scorgere la vetta e fermarvi qui alla stazione del Mont Serein a 1.400 m. Questo posto offre un sacco di attività da escursioni e equitazione a un parco giochi di avventura in cima agli alberi. Il resort offre l'unico campeggio nelle zone superiori del Mont Ventoux-Camping Mont Serein dove pernottare o semplicemente riempire la bottiglia d'acqua e utilizzare i bagni a un piccolo costo.

Il momento più mozzafiato sta raggiungendo la cima. La cima del Mont Ventoux è un calcare nudo senza vegetazione o alberi, e da lontano sembra che la montagna sia innevata tutto l'anno, ma in realtà è coperta di neve solo da dicembre ad aprile. Da qui si gode di un'ottima vista sulla valle del Rhône e gran parte della Provenza. Troverete anche un vecchio osservatorio meteorologico (non attivo), un negozio di souvenir con mini-replicazioni di notevoli tappe, stalla che vende dolci e salumi locali, e un ristorante che serve pasti di base. In estate, il parcheggio è limitato, quindi guidare alla vetta il più presto possibile. A volte, la cima è avvolta da nuvole, ma in una giornata chiara si dovrebbe essere in grado di vedere le Alpi, la costa mediterranea, e la valle del Rhône.

Il primo record storico della salita del Monte Ventoux risale al 1334 quando Jean Buridan ha scalato la montagna per fare osservazioni meteorologiche. In due anni, anche il poeta italiano Petrarca ha scritto un racconto della sua salita sulla montagna. La strada è stata costruita qui nel 1900. È asfaltato e in buone condizioni. Sono successi anche momenti tragici sulla montagna. A circa un chilometro dalla vetta c'è un memoriale del ciclista Tom Simpson che è morto di esaurimento e surriscaldamento vicino alla vetta durante il Tour de France del 1967. Oggi i ciclisti portano bottiglie d'acqua in omaggio.

Informazioni pratiche

Fai una domanda