Aiutare l’Ucraina 🇺🇦 durante l’invasione russa
Ecco i modi migliori per sostenere l’Ucraina in questi momenti difficile per saperne di più
Quando andare Nuova Zelanda

Birdwatching

L'intero paese è considerato un punto di osservazione degli uccelli e la sua costa è etichettata come capitale degli uccelli marini

Condividi

Ultimo aggiornamento:
reason default image
Vedi tutto
Vedi alloggi nelle vicinanze

La Nuova Zelanda è riconosciuta come un hotspot internazionale per l'osservazione degli uccelli. È sede di 80 specie endemiche uniche, tra cui cinque specie di kiwi leggendari, pappagalli multicolori alpini e boschivi, curiosi plover wrybill, rari bastoni neri e molte altre preziose specie forestali. 15.000 chilometri di costa sono abitati da 85 specie di uccelli marini, e quindi viene la sua fama della capitale degli uccelli marini. Il mare ospita 14 specie di albatross e 9 specie di pinguini. Per vedere tutti o, almeno, la maggior parte degli uccelli terrestri e pelagici si deve viaggiare sia attraverso e lungo la costa dell'Isola del Nord, l'Isola del Sud e le Isole Stewart, e vedere diversi habitat dalle vivaci zone umide alle gravi cime montane. Anche se l'osservazione degli uccelli è gratificante in qualsiasi periodo dell'anno, il momento migliore per osservare gli uccelli nel loro ambiente naturale sarebbe la loro stagione di allevamento che di solito si verifica in primavera, come allora si sarà in grado di vedere sia gli uccelli adulti e i loro piccoli carino.

Muriwai Heads, Waipu Cove, Rangihoua Heritage Park, Tawharanui Regional Park, Tiritiri Matangi Island, e molti altri luoghi rendono splendidi luoghi per gli ammiratori di uccelli.

Informazioni pratiche

Fai una domanda